Borse di Alti Studi

Bando annuale per studiosi italiani e stranieri

Home » Studi sul Barocco » Borse di Studio
Borse di Studio 2018-07-16T17:35:06+00:00
Borse di studio 2014 – Seminario di lavoro

La Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo, attraverso le borse di studio, supporta la realizzazione di attività di alta formazione nel campo delle humanities. Il bando per Borse di Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco, strettamente connesso con il Programma di Studi sull’Età e la Cultura del Barocco, varato nel 2012, assolve l’obiettivo di sostenere e di favorire esperienze di ricerca significative da parte di giovani studiosi orientati alla carriera nelle istituzioni accademiche e culturali nel campo degli studi umanistici. Il bando annuale, per un massimo di cinque borse individuali, è rivolto a studiosi italiani e stranieri sotto i 35 anni e prevede l’affiancamento al borsista, per il periodo di svolgimento della ricerca, di un tutor disciplinare, che ha il compito di valutare il lavoro nella fase intermedia e finale della borsa di studio. Nel 2018, il Consiglio di Amministrazione della Fondazione 1563 ha deliberato di intitolare a Rosaria Cigliano, rimpianta Presidente, le borse di alti studi.

L’attribuzione della borsa di studio erogata dalla Fondazione 1563 di Torino prevede anche il conferimento di un budget per viaggi di studio. Il tema dei bandi di ricerca varia di anno in anno e viene proposto dal Consiglio di Amministrazione e dai curatori scientifici della Fondazione. Il processo di valutazione prevede:

  • un punteggio per il curriculum scientifico (30%);
  • un punteggio assegnato al progetto di ricerca valutato in forma anonima da referees disciplinari esterni (50%);
  • un colloquio di presentazione del progetto al Consiglio di Amministrazione dalla Fondazione 1563 (20%) che delibera le assegnazioni.

Quale esito della borsa di studio viene richiesto all’assegnatario un elaborato scritto di carattere scientifico non inferiore alle 200.000 battute spazi inclusi, comprensivo di bibliografia e apparati critici e provvisto di un abstract in inglese. È prevista la consegna aggiuntiva (non obbligatoria) di un apparato illustrativo di corredo all’elaborato.

Gli esiti di ricerca delle borse di studio nelle collane editoriali della Fondazione

I testi e gli studi esito delle borse di studio della Fondazione 1563 di Torino confluiscono nell’archivio delle ricerche dell’ente. Un’attenzione particolare è rivolta alla valorizzazione dei lavori, con la pubblicazione in forma digitale dello studio completo nella collana editoriale Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco e la partecipazione con un saggio ad un volume collettaneo nella collana editoriale dei Quaderni delle Borse e dei Premi della Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo. La pubblicazione digitale degli esiti delle Borse di Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco è registrata nelle banche dati delle Agenzie ISBN. Inoltre, il profilo professionale degli assegnatari delle borse di studio è messo in evidenza nella pagina dei Borsisti del Programma Barocco e va ad arricchire lo spazio virtuale della Comunità intergenerazionale di docenti universitari, studiosi, ricercatori impegnati negli studi sul Barocco promossi dalla Fondazione torinese.

I temi dei bandi di ricerca della Fondazione 1563

Il Consiglio di Amministrazione e i curatori scientifici della Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo hanno il compito di stabilire, di anno in anno, il tema del bando delle borse di studio. Nell’insieme, le Borse di Alti Studi Rosaria Cigliano intendono promuovere studi umanistici, ricerche originali sulla cultura letteraria, filosofica, musicale, teatrale, artistica e architettonica e sulla storia politica, sociale, tecnica e scientifica dell’Età Barocca, anche in chiave comparativa internazionale. Non solo l’originalità e la coerenza con il tema dei bandi di ricerca, insieme alla qualità, alla rilevanza scientifica e alla chiarezza espositiva sono valutati positivamente, ma anche il contributo all’avanzamento della conoscenza relativa alla ricerca umanistica in campo internazionale. Inoltre, a concorrere positivamente alla valutazione dei progetti va annoverata la capacità del candidato di sviluppare relazioni con qualificati enti di ricerca.

I concorsi per Borse di Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco banditi a partire dall’anno 2013 dalla Fondazione 1563 di Torino afferiscono ai temi:

  • Cultura, arte e società al tempo di JuvarraBando 2013
  • Antico e Moderno. Parigi, Roma, Torino 1670-1760Bando 2014
  • La civiltà del Barocco e le declinazioni della “Historia”Bando 2015
  • Ornamento e decorazione. La grammatica degli ordini, la retorica dell’opulenza, la piacevolezza dello sguardo nell’Europa delle Corti (1680-1750)Bando 2016
  • Il Ritratto. Formule d’obbligo, fortuna di modelli…Bando 2017
  • Paesaggio e naturaBando 2018

Spesso, a partire dal tema oggetto di ricerca delle borse di studio sono organizzati seminari intermedi di lavoro promossi dalla Fondazione, occasione di scambio, approfondimento e confronto tra i borsisti, i tutor e i curatori del Programma di Studi sull’Età e la Cultura del Barocco.

La pubblicazione del bando sul sito della Fondazione 1563

Il bando per le borse di studio umanistiche della Fondazione 1563 è pubblicato in lingua italiana e in lingua inglese sul sito web istituzionale dell’ente. Nella sezione Bandi – Procedure in corso del sito www.fondazione1563.it è possibile reperire tutte le informazioni sui bandi per le Borse di Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco; in particolare:

  • testo dei bandi di ricerca
  • oggetto e destinatari del bando
  • durata e dotazione delle borse di studio
  • modalità e termini di presentazione del progetto di ricerca
  • scelta del tutor
  • svolgimento della ricerca

La candidatura può essere presentata esclusivamente on line, tramite application form, sul sito web istituzionale della Fondazione.

Per maggiori informazioni sul testo dei bandi si rimanda al sito web della Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo.